Scaffale aperto e deposito librario

La biblioteca offre migliaia di volumi a scaffale aperto e centinaia di migliaia di volumi in deposito (da richiedere al banco della distribuzione)

Libri a scaffale aperto

La biblioteca mette a libera consultazione (scaffale aperto) da parte degli utenti migliaia di volumi, al primo piano (Italianistica) e al terzo piano (Filologia classica).

Entro la chiusura della biblioteca tutti i libri vanno riposti nella loro giusta collocazione (quando fanno parte di collezioni a scaffale aperto) o riconsegnati al personale se da riporre nei depositi. Tutti i libri trovati sui tavoli verranno ricollocati a cura del personale. Nel caso si intendesse prolungare la consultazione per più giorni, l'utente è pregato di rivolgersi al personale in servizio ai punti informativi per compilare le schede di richiesta da posizionare al posto del volume trattenuto in consultazione oppure per registrare la consultazione o, eventualmente, il prestito breve.

Libri e riviste in deposito

Gli ampi depositi della biblioteca conservano altresì decine di migliaia di volumi.

Per la consultazione o il prestito dei libri conservati nei depositi è necessario compilare il modulo di richiesta disponibile presso i punti informativi del I e III piano e attendere la distribuzione del materiale.

Per ottenere libri in prestito è possibile utilizzare le richieste online tramite il catalogo, utilizzando le proprie credenziali di Ateneo.

Le richieste, cartacee e on-line, possono essere inoltrate al personale dalle 9.00 alle 16.45. Le richieste presentate dopo tale orario saranno considerate prenotazioni per il giorno successivo. Per esigenze particolari, da valutare caso per caso, è necessario prendere accordi  direttamente con il personale presente al servizio di consultazione.

Una volta che il libro è arrivato al banco di distribuzione sarà necessario, per ritirarlo, consegnare un documento d'identità, oppure potrà attivare la richiesta di prestito del libro (si vedano le pagine relative ai servizi di consultazione e prestito).

Di norma vengono accettate, per ogni distribuzione, 3 richieste di documenti conservati nei depositi (corrispondenti ad un massimo di 5 unità fisiche di materiale). Prima di effettuare ulteriori richieste è necessario restituire i documenti ottenuti in consultazione.